Assenzio

Login | Registrati
Hai 0 prodotti nel tuo Carrello
27/01/2017 - La magia del Assenzio

La Fatina Verde che vive nella pozione Assenzio è il nomignolo che Rimbaud rifilò alla bevanda per l’incantesimo che avvolgeva il bevitore si Assenzio.

Forse anche dal fatto che l’Assenzio nell’ottocento veniva anche servito con l’aggiunta di alcune gocce di laudano cioè l’oppio liquido che veniva somministrato in quel periodo ai malati affetti di anoressia che ne aumentava di gran lunga gli effetti.

Il principio attivo dell’Assenzio si chiama Tujone un alcaloide che agisce sul sistema centrale nervoso.

Oggi con le direttive dettate dalla comunità europea ci sono dei parametri da rispettare per i produttori di Assenzio che sono molto inferiore agli assenzio prodotti nell’ottocento.

L’Assenzio Artemisia è realizzato tenendo conto di tutti gli accorgimenti necessari per produrre un grande Elisir che rievoca perfettamente il retrogusto del assenzio di una volta.

Un’esperienza unica per chi si avvicina per la prima volta al mondo universale della Fatina Verde assenzio.

 

 

Un bicchiere d'assenzio , non c'è niente di più poetico al mondo. Che differenza c'è tra un bicchiere di assenzio e un tramonto? Il primo stadio è quello del bevitore normale, il secondo quello in cui cominciate a vedere cose fantasiose e piacevoli ma, se perseverate, arriverete al terzo livello, quello in cui vedete le cose che volete, cose strane e meravigliose. (Oscar Wilde)