Assenzio

Login | Registrati
Hai 0 prodotti nel tuo Carrello
01/04/2018 - Assenzio contemporaneo

 

 

Assenzio contemporaneo

 

L’Assenzio prodotto negli anni della bella époque risultava essere con un forte retrogusto di anice.

 

Importante sottolineare che l’anice è un ingrediente che serviva a coprire il sapore amarognolo dell’Artemisia Maggiore che rimane essere la pianta più amara nella botanica.

 

Inoltre l’Assenzio  veniva servito con una zolletta di zucchero sciolta con dell’acqua appunto per smielare la proverbiale amarezza dell’artemisia che è l’ingrediente principe della ricetta.

 

L’anice è anche un forte rimedio contro le infezioni stomacali ed aiutava la dissenteria.

 

Per questo lo stato francese decise di dare una razione di Assenzio ai gendarmi durante l’occupazione coloniale dell’Africa bianca.

 

Un grande paradosso storico perché poi il governo francese decise di vietare l’Assenzio per una forte diserzione dei soldati durante la prima guerra mondiale nel 1915.

 

Ci sono varie ragioni per questo assurdo divieto ma sarebbe troppo lungo spiegarle in questa narrazione.

 

Con il ritorno della Fatina Verde Assenzio nel 1998 in Gran Bretagna e poi a seguire in Italia nel 2004 l’assenzio riprodotto vede subito dei cambiamenti nella sua ricetta di base grazie ai parametri imposti dalla comunità europea.

 

In primis c'è il principio attivo Tujone che è l’alcaloide che lo rende unico nel suo genere ridotto da quello presente nel Ottocento.

 

L’Assenzio contemporaneo si deve adattare alle esigenze del mercato contemporaneo.

 

I luoghi di consumo oggi servono cocktail di ogni genere ed il mercato è pieno di mille sapori che spesso non riesco ad miscelarsi con l’Assenzio.

 

L’Assenzio Artemisia 68% è stato concepito proprio per essere sposato in molte ricette riuscendo a maschera il forte retrogusto di anice.

 

Artemisia Absinthe, bevanda ricca di Tujone (sostanza attiva ed essenza dell'Artemisia), è stata concepita per riprodurre la forza totale dell'Assenzio Francese ottocentesco capace di rievocare quegli straordinari effetti a cui furono soggetti anche gli artisti e la cui voce riecheggerà per sempre...